L’oro dell’azzurro di Joan Miró

L’oro dell’azzurro di Joan Miró è un grande dipinto dell’artista esponente del Surrealismo conservato alla Fundació Joan Miró di Barcellona.

Joan Miró, L’oro dell’azzurro, 1967, acrilico su tela, 205 x 173,5 cm. Barcellona, Fundació Joan Miró

Indice

Descrizione de L’oro dell’azzurro di Joan Miró

L’opera di Miró è composta da forme organiche e segni. Alcune zone ovali, nere e colorate, sono dipinte sulla superficie della tela. Una campitura gialla circonda le figure mentre alcuni segni si sovrappongono allo sfondo e alla zona ovale blu.

Interpretazioni e simbologia del dipinto L’oro dell’azzurro di Joan Miró

Joan Miró creò universi fantastici popolati da forme astratte organiche o ibride che a volte richiamano vagamente la realtà. Inoltre i titoli rappresentano una chiave interpretativa che orienta l’osservatore nella comprensione del significato poetico dell’opera.

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

L’opera di Joan Miró è esposta presso la Fundació Joan Mirò di Barcellona. Lo stesso Joan Miró donò la sua opera al Comune di Barcellona.

La storia dell’opera L’oro dell’azzurro di Joan Miró

Joan Mirò nacque a Barcellona nel 1893. Dipinse quindi L’oro dell’azzurro in età matura a circa 70 anni il 4 dicembre del 1967.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del dipinto L’oro dell’azzurro di Joan Miró

Joan Mirò fu pittore, scultore e ceramista ed è considerato uno degli artisti più originali del Novecento. Le sue opere appartengono al Surrealismo e descrivono universi immaginari. Inoltre le figure sono costruite con segno grafico e campiture bidimensionali. Gli elementi della composizione poi non sono casuali. Mirò infatti progettava accuratamente le immagini per organizzare un attento equilibrio compositivo.

La tecnica

L’oro dell’azzurro è un olio su tela di 205 x 173,5 cm.

Il colore e l’illuminazione

Il dipinto di Miró presenta un fondo giallo brillante che condiziona l’intera composizione. Contro il giallo si ritaglia poi la grande massa ovale di colore blu. In alto inoltre du piccole zone circolari sono colorate con rosso e verde. Gli elementi grafici infine sono di colore nero.

Lo spazio

Il dipinto non rappresenta uno spazio tridimensionale reale. Infatti le forme e i segni si possono considerare sovrapposti allo sfondo giallo e tra loro secondo una concezione spaziale a tre dimensioni. Invece è possibile concepire il dipinto come un intervento che si dispiega sulla superficie della tela e si configura nel suo campo bidimensionale.

La composizione e l’inquadratura

L’opera è di forma rettangolare e inquadratura verticale. Il grande dipinto di Joan Miró non presenta figure realistiche. Quindi le forme dipinte e i segni tracciati trovano la loro collocazione in base ad un linguaggio pittorico che privilegia l’equilibrio compositivo. Contro il fondo giallo infatti prende importanza la zona blu. I segni poi contribuiscono ad organizzare lo spazio bidimensionale della superficie come le zone ovali nere e i punti colorati.

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Joan Miró, Lavoro come un giardiniere e altri scritti, Abscondita, Collana: Carte d’artisti, 2016, EAN: 9788884165848
  • Michele Dantini, Miró, Giunti Editore, Collana: Dossier d’art, 2017, EAN: 9788809991965

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 16 settembre 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Joan Miró intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Joan Miró, L’oro dell’azzurro, sul sito della Fundació Joan Miró di Barcellona.

ADP plus

Visto dal vero. Hai visto dal vero l’opera analizzata? Suggerimenti? Commenta sul gruppo Facebook:

ADO+ Segnala un’opera